Deserto di Atacama 15 luoghi da vedere; quando andare. La guida

Cosa vedere? Quando andare, come arrivare, in che stagione fiorisce? Qual è l’altitudine? Come vestirsi? Ovviamente qui si parla del Deserto di Atacama, uno dei 25 incredibili posti del Cile che consiglio di visitareche è molto più di un’immensa distesa di sabbia. E’ un luogo in cui natura, storia e mito si intrecciano in un racconto affascinante. Vuoi scoprire come un luogo può essere al contempo il più arido del mondo e ospitare fioriture spettacolari?
Sei curioso di sapere perché le sue notti sono un invito irrinunciabile per gli appassionati di astronomia? Dal suo affascinante passato abitato da antiche culture ai segreti geologici che lo hanno formato, ti invito a scoprire ogni sfaccettatura del Deserto di Atacama attraverso questa guida dettagliata. 

Ecco cosa potrai leggere in questo post:

1. IL DESERTO DI ATACAMA
1.1. Dove si Trova e quale è l’altitudine
1.2. Perché si distingue dagli altri deserti
1.3. Quando Andare nel deserto di Atacama
1.4. Come raggiungere il deserto di Atacama
1.5. Il Clima del deserto di Atacama
1.6. Escursioni Termiche nel Deserto di Atacama
1.7. Come Vestirsi nel deserto di Atacama
1.8. Il deserto di Atacama fiorito
1.9. Il Deserto di Atacama di  notte e l’osservazione delle Stelle
1.10. Geologia e Formazione del deserti di Atacama
1.11. Flora e Fauna
1.12. Storia e Cultura
1.13. Miti e Leggende

2. COSA VEDERE NEL DESERTO DI ATACAMA
2.1. Iglesia San Pedro
2.2. Pukara de Quitor
2.3 Tulor
2.4. Geyser El Tatio
2.5. Termas de Puritama
2.6. Reserva nacional Los Flamencos
2.7. Lagune Miscanti e Miñeques
2.8. Salar de Atacama
2.9. Salar de Tara
2.10. Valle della Luna
2.11 Valle della Morte
2.12. Lagunas Escondidas de Baltinache
2.13. Valle del Arcoíris
2.14. Chiu Chiu e Lasana
2.15. La mano del deserto

3. COME VIAGGIARE NEL DESERTO DI ATACAMA
4. PROGRAMMI DI VIAGGIO NEL DESERTO DI ATACAMA E IN CILE
5. SCOPRI CHI SONO
6. TI CONSIGLIO DI LEGGERE


1. IL DESERTO DI ATACAMA
1.1. Dove si Trova il deserto di Atacama e l’altitudine
Il Deserto di Atacama si estende nel nord del Cile, tra le Ande a est e l’Oceano Pacifico a ovest, limitato dal Rio Copiapó a nord e dal Rio Salado a sud, abbracciando una striscia che si estende per circa 1.000 chilometri.

La posizione geografica dell’Atacama è un fattore cruciale che contribuisce alla sua aridità estrema. La catena delle Ande, che corre lungo il confine orientale del deserto, svolge un ruolo chiave in questo fenomeno. Le correnti umide provenienti dall’Amazzonia si spostano verso ovest attraverso il continente sudamericano, ma quando incontrano le alte vette delle Ande, sono costrette a salire.

Man mano che l’aria umida sale, si raffredda, e l’umidità si condensa sotto forma di pioggia o neve sul versante orientale delle Ande. Questo processo toglie gran parte dell’umidità dall’aria prima che possa raggiungere il Deserto di Atacama, situato sul versante occidentale delle Ande. Di conseguenza, l’aria che raggiunge il deserto è estremamente secca.

Questo fenomeno, noto come effetto “ombra pluviometrica” o effetto “rain shadow“, è la causa principale delle condizioni aride nel Deserto di Atacama. L’effetto combinato della catena delle Ande e della corrente fredda di Humboldt nell’Oceano Pacifico contribuisce ulteriormente a inibire la formazione di nuvole e piogge, rendendo l’Atacama uno dei luoghi più aridi della Terra.

Altitudine
L’altitudine  varia significativamente in diverse parti del deserto. Alcune aree possono raggiungere altitudini di oltre 4.500 metri sul livello del mare, come i Geyser El Tatio. Al contrario, ci sono zone più basse, che si attestano intorno ai 2.000 metri. San Pedro de Atacama, spesso usato come base per esplorare il deserto, si trova a circa 2.400 metri di altitudine.
Queste variazioni possono influenzare il tuo benessere;  più si sale e più  l’ossigeno si riduce. Questo può portare al mal di montagna, un disturbo causato dalla rapida esposizione a basse quantità di ossigeno ad alte altitudini.
Pertanto, è cruciale acclimatarsi, specialmente se hai intenzione di visitare le aree più elevate. Resta idratato, prenditi del tempo per adattarti e goditi la maestosità dell’Atacama con consapevolezza e sicurezza.
 Torna all’indice

GRATIS SCARICA
L’EBOOK SUL CILE
CLICCA QUI


1.2.Perché si distingue dagli altri deserti
Il Deserto di Atacama non è solo noto per la sua aridità, ma anche per la sua straordinaria bellezza paesaggistica e per la sua importanza scientifica. A causa della sua bassa umidità e dell’assenza di inquinamento luminoso, l’Atacama è uno dei luoghi privilegiati al mondo per l’osservazione astronomica. Inoltre, la sua aridità estrema ha portato alla conservazione di resti archeologici, offrendo una finestra preziosa sulle civiltà precolombiane.
 Torna all’indice

Hai un sogno nel cassetto?
Un’idea di viaggio da sviluppare?
Un preventivo da chiedere?

CONTATTAMI QUI!


1.3. Quando Andare nel deserto di Atacama
Anche se il Deserto di Atacama può essere visitato durante tutto l’anno, la primavera e l’autunno (settembre-novembre e marzo-maggio) sono considerati i periodi migliori per la visita, grazie a temperature più miti. Tuttavia, ogni stagione offre un’esperienza unica, con variazioni di colore e luminosità.
Durante l’inverno australe (giugno-agosto), le temperature notturne possono diventare particolarmente fredde, soprattutto nelle aree di alta altitudine. Inoltre, durante gli eventi di El Niño, che solitamente si verificano tra dicembre e febbraio, ci può essere un rischio maggiore di precipitazioni improvvise. Queste piogge sono generalmente brevi e sparse.
 Torna all’indice


1.4. Come raggiungere il deserto di Atacama
L’aeroporto più vicino al deserto di Atacama è quello di Calama. Da qui si prende un transfer (bus pubblico o privato) o si noleggia l’auto in aeroporto  per raggiungere San Pedro de Atacama, la base milgiore  per esplorare il deserto.

Da Santiago, la capitale del Cile, ci sono diverse compagnie di autobus che offrono viaggi diretti a Calama. La durata del viaggio varia, ma solitamente si aggira intorno alle 20-24 ore. È possibile prenotare un sedile reclinabile o una cuccetta per un viaggio più confortevole.

Da Iquique il viaggio in autobus è più breve, con una durata di circa 6-7 ore. Anche in questo caso, diverse compagnie offrono servizi regolari con diverse opzioni di comfort.
E’ possibile raggiungere San Pedro dalla Bolivia, attraversando il Salar de Uyuni e il Sur Lípez con un tour da Tupiza o da Uyuni o da Salta (Argentina), con un bus diretto.

Consiglio di prenotare i biglietti in anticipo, soprattutto durante la stagione turistica alta, e di verificare gli orari e i prezzi direttamente sul sito web delle compagnie di autobus o presso le loro stazioni.
 Torna all’indice


1.5. Il Clima del deserto di Atacama
Caratterizzato da un clima estremamente secco, le precipitazioni nell’Atacama sono praticamente inesistenti. Questo deserto ha guadagnato la reputazione di essere il più arido al mondo, con alcune regioni che non hanno registrato piogge per centinaia di anni. Tuttavia, ci sono rari eventi in cui il deserto può ricevere precipitazioni. Questi eventi, spesso causati da anomalie meteorologiche come il fenomeno El Niño, possono portare piogge leggere o, in circostanze eccezionali, persino nevicate nelle zone di alta quota, che offrono un panorama spettacolare di dune e paesaggi desertici coperti di un manto bianco.
 Torna all’indice

GRATIS SCARICA
L’EBOOK SUL CILE
CLICCA QUI


1.6. Escursioni Termiche nel Deserto di Atacama
Il Deserto di Atacama presenta una delle escursioni termiche più pronunciate del pianeta a causa della sua altitudine e della sua natura arida.

Giorno
Durante le giornate di picco estive (dicembre-febbraio), le temperature possono raggiungere facilmente i 25°C-30°C, anche se in alcune zone più esposte e a bassa altitudine possono anche superare i 30°C. Tuttavia, a causa dell’altitudine, l’aria tende a rimanere secca, il che può rendere il calore più sopportabile rispetto ad aree umide.

Notte
Di notte, la storia è completamente diversa. Senza la copertura nuvolosa per trattenere il calore, le temperature possono scendere drasticamente. Nelle notti invernali (giugno-agosto), in particolare nelle zone di alta altitudine, le temperature possono facilmente scendere a 0°C o anche di meno (a San Pedro si sono toccati picchi di -10°C.). È comune che le notti attraverso tutto l’anno abbiano temperature che si aggirano tra i 5°C e i 10°C, ma in inverno possono avvicinarsi o addirittura scendere al di sotto dello zero.
 Torna all’indice


1.7. Come Vestirsi nel deserto di Atacama
Data la vasta escursione termica tra giorno e notte, è consigliato vestirsi a strati. Durante il giorno, indossare abiti leggeri e traspiranti, mentre la sera è opportuno avere pile, malgioni e giacche.  Se poi si decide di partecipare a una escursione per vedere le stelle, un piumino potrebbe essere ideale.

Non dimenticare un cappello, occhiali da sole e crema solare per proteggersi dal sole intenso.
 Torna all’indice

Hai un sogno nel cassetto?
Un’idea di viaggio da sviluppare?
Un preventivo da chiedere?

CONTATTAMI QUI!


1.8. Il Deserto di Atacama Fiorito
Uno degli spettacoli più straordinari dell’Atacama si verifica quando le piogge, seppur rare, danno vita a un’esplosione di fiori. Questo fenomeno trasforma temporaneamente le aride distese in un tappeto multicolore di fiori, attirando fotografi e amanti della natura da tutto il mondo.

Quando si può vedere
 Il fenomeno del “deserto fiorito” si verifica solitamente tra settembre e novembre, a seguito delle piogge invernali.

Frequenza
Non accade ogni anno, poiché dipende dalle precipitazioni. Perché il fenomeno abbia luogo, sono necessarie piogge più abbondanti del solito durante l’inverno australe. In anni particolarmente secchi, la fioritura potrebbe non avvenire affatto.

I fiori
Si possono trovare una varietà di specie floreali, molte delle quali sono endemiche del Deserto di Atacama. Alcuni dei fiori più comuni includono la Añañuca, la Pata de Guanaco e la Garra de León, ma vi sono oltre 200 specie di fiori che possono sbocciare durante questo evento.

Tempo di fioritura
Una volta che la pioggia ha inumidito il terreno, i semi che sono rimasti dormienti nel sottosuolo per anni (a volte decenni) iniziano a germogliare. Dopo le piogge, possono volerci alcune settimane perché i fiori inizino a sbocciare, a seconda delle condizioni locali e della specie floreale.

Durata della fioritura
Una volta iniziata, la fioritura del deserto può durare anche  diversi giorni, ma ciò dipende dall’intensità e dalla durata delle piogge, nonché dalle condizioni meteorologiche che seguono. Se le condizioni rimangono favorevoli, con temperature miti e senza venti forti o nuove piogge intense, la fioritura può persistere per un periodo più lungo.

Prevedibilità
Prevedere con precisione quando avverrà il “deserto fiorito” è complesso, poiché dipende da variabili meteorologiche. Tuttavia, dopo un periodo di piogge invernali abbondanti, è probabile che il fenomeno avvenga.
 Torna all’indice


1.9. Il Deserto di Atacama di  Notte e l’osservazione delle Stelle
Il Deserto di Atacama è una delle località stellari più rinomate al mondo. La combinazione di altitudine elevata, cieli limpidi, aria secca e assenza quasi totale di inquinamento luminoso rende questa regione una vera e propria mecca per gli astronomi e gli appassionati di stelle.

Mesi migliori per l’osservazione del cielo
Anche se l’Atacama offre viste stellari impressionanti per la maggior parte dell’anno, i mesi da marzo a novembre sono considerati ideali. Durante questo periodo, il cielo è particolarmente chiaro e meno soggetto a interferenze atmosferiche.

Stelle e Costellazioni
 Il cielo meridionale regala spettacoli come la Croce del Sud, una costellazione facilmente riconoscibile e utilizzata come punto di riferimento per la navigazione nell’emisfero sud. Altre costellazioni prominente includono il Sagittario e lo Scorpione.

Osservatori astronomici
ALMA (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array):  è uno degli osservatori  più avanzati al mondo. Si trova sul plateau di Chajnantor, a 5.000 metri sopra il livello del mare. Sebbene le sue operazioni siano focalizzate sulla ricerca, ci sono tour guidati disponibili per il centro di supporto alle operazioni.§

Osservatorio Paranal: qui si trova il Very Large Telescope (VLT) dell’ESO. Si organizzano tour gratuiti durante il weekend, ma la prenotazione è essenziale a causa della domanda elevata.

Tour stellari
Molti operatori locali offrono escursioni notturne per osservare le stelle, in genere con una breve introduzione seguita da osservazioni telescopiche. Questi tour sono guidati da astronomi o esperti di stelle che forniscono spiegazioni dettagliate sui corpi celesti osservati. Si consiglia di portare abbigliamento caldo anche durante i mesi estivi, poiché le temperature possono scendere drasticamente di notte.
 Torna all’indice

GRATIS SCARICA
L’EBOOK SUL CILE
CLICCA QUI


1.10 Geologia e Formazione del deserti di Atacama
L’origine del Deserto di Atacama risale a milioni di anni fa. La sua formazione è strettamente legata all’innalzamento delle Ande che, bloccando l’umidità proveniente dall’Amazzonia, lo rendende uno dei luoghi più aridi della Terra. Questo processo di innalzamento ha avuto luogo nel corso degli ultimi 150 milioni di anni, a causa della collisione tra la placca di Nazca e la placca sudamericana.

Con l’ascensione progressiva della catena montuosa delle Ande, la regione che sarebbe diventata l’Atacama iniziò a essere isolata dai venti umidi e dalle correnti provenienti sia dall’oceano Pacifico che dall’Amazzonia. Questa doppia barriera ha creato condizioni di estrema aridità, dato che l’umidità veniva bloccata sia ad ovest dalle correnti fredde dell’Oceano Pacifico, noto come corrente di Humboldt, che a est dalla catena montuosa delle Ande.

La geologia del deserto stesso è un mix affascinante di pianure salate, conosciute come salares, canyon profondi, e formazioni rocciose spettacolari che sono il risultato di milioni di anni di erosione eolica e fluviale. Oltre alla sua aridità, l’Atacama vanta anche depositi minerali abbondanti, in particolare rame e litio, che hanno contribuito a modellare la storia economica e sociale della regione.

Nel corso dei millenni, l’interazione tra processi geologici, climatici e idrologici ha dato vita al paesaggio unico e mozzafiato che oggi caratterizza l’Atacama, rendendolo un luogo di studio privilegiato per geologi e climatologi di tutto il mondo.
 Torna all’indice

Hai un sogno nel cassetto?
Un’idea di viaggio da sviluppare?
Un preventivo da chiedere?

CONTATTAMI QUI!


1.11.Flora e Fauna
Nonostante le sue condizioni estreme, l’Atacama ospita una serie di creature adattate a questo ambiente.

Flora
Le piante del deserto di Atacama sono maestre di adattamento. Molte di esse sono xerofile, il che significa che sono adattate a resistere a condizioni di estrema siccità. Ad esempio, il cactus, che può conservare l’acqua nel suo tessuto spesso e carnoso, e la llareta, una pianta verde e compatta che assomiglia a una roccia, che ha foglie molto fitte per ridurre la perdita d’acqua per traspirazione. Altre piante sviluppano radici profonde per attingere all’acqua sottostante o hanno foglie ridotte per ridurre l’evaporazione.

Fauna
Gli animali che chiamano casa il Deserto di Atacama hanno sviluppato strategie incredibili per sopravvivere. La viscaccia, per esempio, si nutre di piante resistenti alla siccità e ha costruito profonde tane per proteggersi dal sole implacabile. Ci sono anche i guanachi, parenti selvatici dei lama, che si sono adattati a vivere con pochissima acqua e cibo. Insetti come il coleottero del deserto hanno sviluppato capacità di raccolta dell’umidità dalle brume mattutine, con il loro corpo strutturato in modo da condensare l’acqua direttamente dall’aria.
I fenicotteri sono gli eleganti e fotogenici abitanti dei salar del deserto di Atacama.
 Torna all’indice

Hai un sogno nel cassetto?
Un’idea di viaggio da sviluppare?
Un preventivo da chiedere?

CONTATTAMI QUI!


1.12. Storia e Cultura
Il deserto di Atacama, pur essendo una delle regioni più aride del pianeta, ha una storia affascinante e profondamente radicata. Da millenni, varie popolazioni hanno scelto questo deserto come luogo di residenza, malgrado le sue condizioni apparentemente proibitive, tracciando un legame indissolubile tra uomo e territorio.

Popolazioni Antiche
La regione ha ospitato diverse culture precolombiane. I più antichi abitanti del deserto di Atacama furono i Chinchorro, famosi per le loro sofisticate tecniche di mummificazione, che in alcuni casi precedono le mummie egizie di migliaia di anni. Questa cultura si è sviluppata tra il 7.000 e il 1.500 a.C. Successivamente, diverse culture come gli Atacameños, noti anche come Likan Antai, si sono stabiliti nella regione, organizzando la loro vita attorno alle oasi e sviluppando una rete di scambi con popoli vicini.

Importanza del Deserto
 L’Atacama era strategicamente importante per le antiche civiltà. Le sue abbondanti risorse minerarie, come il rame e l’oro, hanno attirato popolazioni e commercianti da lontano. Le vie di transito attraverso il deserto erano vitali per le rotte commerciali precolombiane tra le regioni costiere, l’altopiano andino e le foreste tropicali oltre le Ande.

Reperti Archeologici
Le tracce lasciate dalle antiche civiltà dell’Atacama sono abbondanti e variegate. I geoglifi, grandi disegni realizzati sul terreno, adornano alcune colline, rappresentando figure umane, animali e simboli astratti. Essi erano probabilmente usati per scopi cerimoniali o come segni di orientamento per le carovane che attraversavano il deserto. Vi sono anche resti di antichi villaggi, pukarás (fortezze) e tambos (posti di sosta lungo le vie commerciali). In alcune località come Tulor, è possibile visitare insediamenti archeologici risalenti a oltre 2.500 anni fa.

Inoltre, musei come il Museo Archeologico di San Pedro de Atacama conservano preziosi manufatti, dalle ceramiche ai tessuti, che offrono uno sguardo approfondito sulle vite e le tradizioni dei popoli che hanno abitato questo incredibile deserto.
 Torna all’indice

GRATIS SCARICA
L’EBOOK SUL CILE
CLICCA QUI


1.13. Miti e Leggende
Il Deserto di Atacama, con la sua vastità e il suo silenzio quasi soprannaturale, è un luogo fertile per le storie, le leggende e i miti. Le popolazioni indigene che hanno abitato queste terre hanno tramandato racconti avvincenti che si mescolano con il paesaggio, dando vita a storie che affascinano ancora oggi.

 El Alicanto
 Questo mitico uccello, dallo splendente piumaggio dorato o argentato, rappresenta la fortuna o la rovina per i cercatori di minerali. Si dice che El Alicanto si nutra di minerali d’oro o d’argento e che le sue ali brillino di notte. Se un minatore ha buone intenzioni e segue l’Alicanto senza farsi notare, l’uccello lo porterà a una vena di preziosi minerali. Tuttavia, se il minatore è avido e cerca di catturare l’uccello, El Alicanto lo trascinerà sull’orlo di un precipizio, portandolo alla sua rovina.
Immagine: CC BY-SA 4.0
 Torna all’indice

Hai un sogno nel cassetto?
Un’idea di viaggio da sviluppare?
Un preventivo da chiedere?

CONTATTAMI QUI!


2. COSA VEDERE NEL DESERTO DI ATACAMA
Il deserto di Atacama, nonostante la sua aridità, è un tesoro di meraviglie naturali e storiche. San Pedro de Atacama, spesso utilizzato come base per esplorare il deserto, è un piccolo centro abitato che offre un affascinante mix di cultura e paesaggio.
Ti invito a leggere il mio post San Pedro de Atacama cosa vedere, le escursioni, dove approfondisco tutto ciò che si può vedere partendo  dalla cittadina.
Ecco  una sintesi come primizia: 😉

2.1. Iglesia San Pedro
Considerata una delle chiese più antiche del Cile, l’Iglesia San Pedro è un gioiello di architettura coloniale. Non solo simbolizza la spiritualità profonda di San Pedro de Atacama, ma anche l’adattabilità della gente del luogo. Costruita usando legno di cactus cardón e adobe, la sua semplicità e la sua robustezza riflettono le sfide del deserto che la circonda.

2.2. Pukara de Quitor
Situato appena a 3 km da San Pedro, il Pukara de Quitor è un’antica fortezza che racconta la resistenza dei popoli indigeni contro la dominazione spagnola. Mentre si cammina tra le sue rovine, si può quasi percepire l’eco delle battaglie passate. E, per coronare la visita, la vista panoramica del vasto deserto e della valle sottostante è assolutamente spettacolare.
 Torna all’indice

2.3 Tulor
A soli 10 km da San Pedro, Tulor è come una finestra aperta su un mondo antico. Con circa 2.800 anni di storia, le rovine di Tulor mostrano le fondamenta delle comunità precolombiane, con abitazioni circolari che danno l’idea di come vivevano queste antiche culture in un ambiente così impervio.

2.4. Geyser El Tatio
Il terzo campo geotermico più grande al mondo, El Tatio, situato a 4.200 metri sopra il livello del mare, regala un’esperienza unica. Non solo per il fenomeno naturale dei geyser, ma anche per la fauna locale, come vigogne e vizcacha, che spesso si possono avvistare nei dintorni.
 Torna all’indice


2.5. Termas de Puritama

A 30 km da San Pedro, le Termas de Puritama rappresentano una sosta rigenerante. Immersi in acque termali che sgorgano a 33°C, in un ambiente roccioso e rigoglioso, è come trovare un pezzo di paradiso nel cuore del deserto.

GRATIS SCARICA
L’EBOOK SUL CILE
CLICCA QUI


2.6. Reserva nacional Los Flamencos

Con una superficie di oltre 73.000 ettari, questa riserva è un tributo alla straordinaria biodiversità del deserto. Oltre ai maestosi fenicotteri, è possibile avvistare lama, guanaco e molti uccelli endemici nelle varie lagune e salares.

2.7. Lagune Miscanti e Miñeques
Poste a quasi 4.000 metri di altitudine, queste lagune sono un esempio splendido di come la natura può sorprendere. L’ambiente circostante, tra flora endemica e fauna selvatica, rende la visita ancora più suggestiva.
 Torna all’indice


2.8. Salar de Atacama

Coprendo 3.000 km², il Salar de Atacama non è solo un capolavoro geologico, ma anche un ecosistema unico. La Laguna Chaxa, in particolare, è un punto privilegiato per osservare fenicotteri, avocette andine e altre specie aviarie.

2.9. Salar de Tara
Situato all’interno della Reserva Nacional Los Flamencos, questo salar si distingue per le sue formazioni rocciose, chiamate Monjes de la Pacana, che sembrano sorvegliare il paesaggio circostante.
 Torna all’indice

2.10. Valle della Luna
Non è difficile capire perché è stato dato a questo luogo un nome così evocativo. La Valle della Luna offre canyon, dune e formazioni rocciose che ricordano paesaggi extraterrestri, soprattutto quando il sole comincia a calare.


2.11 Valle della Morte

Nonostante il nome sinistro, questo luogo è un vero e proprio tesoro naturale. Le immense dune di sabbia, intercalate da spettacolari formazioni rocciose, offrono un’avventura unica per gli amanti del trekking e della fotografia.
 Torna all’indice


2.12. Lagunas Escondidas de Baltinache

Oltre ad essere un luogo perfetto per nuotare, queste lagune offrono panorami incontaminati. La loro elevata salinità li rende simili al Mar Morto, permettendo ai visitatori di galleggiare senza sforzo.

2.13. Valle del Arcoíris
A circa 90 km da San Pedro de Atacama, la Valle del Arcoíris è un vero e proprio gioiello geologico. Il suo nome, che in italiano significa “Valle dell’Arcobaleno“, non potrebbe essere più appropriata: la varietà di minerali presenti nel terreno conferisce alla valle sfumature di colori che vanno dal rosso ruggine, al verde smeraldo, al blu cobalto, al giallo zolfo. Questi colori vivaci, accentuati dalla luce del sole andino, creano un panorama spettacolare, che sembra quasi dipinto da un artista. È il risultato di milioni di anni di erosione e di attività geologica.
 Torna all’indice


2.14. Chiu Chiu e Lasana

Oltre a offrire un’immersione nella storia attraverso antiche chiese e fortezze, questi villaggi sono anche porte d’ingresso ad altri paesaggi sorprendenti del deserto di Atacama. A Chiu Chiu puoi trovare la  chiesa più antica del Cile, risalente al 1600, mentre Lasana colpisce con le sue rovine precolombiane, testimonianza delle antiche civiltà che prosperavano in questa regione secoli fa. Entrambi i villaggi, con le loro strette strade di ciottoli e le case tradizionali, offrono un’esperienza autentica, lontana dai circuiti turistici più battuti. 
 Torna all’indice

2.15 La Mano del deserto
La “Mano del Deserto” è un’imponente scultura situata nel cuore del deserto di Atacama. Raffigurante una mano gigante che emerge dalla sabbia, l’opera è stata realizzata dall’artista cileno Mario Irarrázabal nel 1992. Con i suoi 11 metri di altezza, la scultura simbolizza la vulnerabilità e l’isolamento dell’essere umano. È diventata una popolare attrazione turistica, offrendo un contrasto sorprendente tra l’arte moderna e il paesaggio naturale circostante.

La Mano del Deserto si trova a circa 75 chilometri a sud della città di Antofagasta, nel nord del Cile, lungo la Ruta 5 o Panamericana, che è l’autostrada principale che attraversa il paese da nord a sud.

Per raggiungere la “Mano del Deserto”, ecco le opzioni più comuni:

1.Auto: Se stai viaggiando in auto o hai intenzione di noleggiarne una, puoi facilmente guidare lungo la Ruta 5 da Antofagasta in direzione sud. L’opera si trova  accanto all’autostrada, rendendo semplice fermarsi e fare una visita.

2.Tour Organizzato: Diversi tour operator offrono escursioni dalla città di Antofagasta che includono una sosta alla “Mano del Deserto”. Questa può essere un’opzione comoda se preferisci non guidare.

3.Autobus: Gli autobus che percorrono la tratta tra Antofagasta e altre città del sud spesso passano vicino alla scultura. Tuttavia, potrebbe non essere possibile fermarsi direttamente al sito, quindi dovresti coordinarti con  il conducente.
 Torna all’indice

Hai un sogno nel cassetto?
Un’idea di viaggio da sviluppare?
Un preventivo da chiedere?

CONTATTAMI QUI!


3. COME VIAGGIARE NEL DESERTO DI ATACAMA
Viaggiare nel Deserto di Atacama è un’esperienza indimenticabile che presenta sfide e opportunità uniche. La vastità e la bellezza bruta di questo deserto richiedono una pianificazione attenta e una consapevolezza delle condizioni.
Ecco alcune informazioni pratiche su come esplorare al meglio questa meraviglia naturale:

1. Auto a Noleggio

Vantaggi:

  • Libertà e flessibilità: Con una macchina a tua disposizione, hai la libertà di esplorare a tuo ritmo e modificare il tuo itinerario come desideri.
  • Accesso a Luoghi Remoti: Molti dei luoghi più belli dell’Atacama sono fuori dalle rotte turistiche principali e possono essere più facilmente raggiunti con un veicolo privato.

Svantaggi

  • Condizioni Stradali: Alcune strade possono essere accidentate o non asfaltate. È essenziale informarsi sulle condizioni delle strade e assicurarsi di avere una vettura adatta.
  • Navigazione: Sebbene la maggior parte delle strade principali siano ben segnalate, è consigliato avere una mappa dettagliata o un GPS.

Consigli: Se decidi di noleggiare un’auto, considera un veicolo 4×4. Porta sempre con te molta acqua, cibo, una torcia, e un kit di pronto soccorso. Informa sempre qualcuno del tuo itinerario.

2. Escursioni Private

Vantaggi

  • Esperienza Personalizzata: Queste escursioni sono adattate alle tue esigenze e ai tuoi interessi, con guide esperte che possono offrire approfondimenti specifici.
  • Comodità: Non dovrai preoccuparti della logistica, come il trasporto o il cibo, poiché tutto è generalmente incluso.

Svantaggi

  • Costo: Le escursioni private possono essere più costose rispetto alle alternative.

Consigli
Quando prenoti un’escursione privata, discuti in anticipo le tue esigenze e i tuoi interessi con l’operatore. Assicurati che la guida parli la tua lingua (se non sei un parlante nativo di spagnolo).

3. Escursioni Condivise

Vantaggi

  • Economico: Condividere un tour con altri viaggiatori può ridurre notevolmente i costi.
  • Interazione Sociale: È un’ottima opportà per incontrare altri viaggiatori e condividere l’esperienza.

Svantaggi

  • Meno Flessibilità: Gli itinerari sono preimpostati e potresti dover adattare i tuoi orari alle esigenze del gruppo.

La scelta di come viaggiare nel Deserto di Atacama dipende dalle tue personali esigenze, dal budget e dal desiderio di avventura. Indipendentemente dalla modalità scelta, l’Atacama è un paesaggio straordinario che ti regalerà momenti indimenticabili. Assicurati di rispettare l’ambiente, di viaggiare in modo responsabile e di goderti ogni momento di questo viaggio unico nel suo genere!
 Torna all’indice

GRATIS SCARICA
L’EBOOK SUL CILE
CLICCA QUI

4. PROGRAMMI DI VIAGGIO NEL DESERTO DI ATACAMA E IN CILE
Se stai preparando un viaggio in Cile ….

👉 Scopri i miei programmi e le tante proposte >>

NOTA BENE

👉 Nel portale Cile  troverai sia viaggi individuali che di gruppo.  I viaggi individuali possono partire in qualsiasi giorno dell’anno, anche con una sola persona! I viaggi di gruppo prevedono invece date fisse.

👉  I programmi pubblicati  sono solo una parte di quelli che posso proporti. Chiedimeli 😉

👉 Tutti i programmi sono modulabili e possono essere costruiti  su misura, a seconda di quello che desideri tu.

👉  Leggi alcune recensioni di chi ha viaggiato con i miei programmi

Hai un sogno nel cassetto?
Un’idea di viaggio da sviluppare?
Un preventivo da chiedere?

CONTATTAMI QUI!

5. SCOPRI CHI SONO
Mi chiamo Roberto Furlani e lavoro con passione nel Turismo da 30 anni, di cui 15 passati a dirigere l’Ufficio Turismo del WWF Italia (Fondo Mondiale per la Natura) e 12 come Tesoriere di AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile).

Grazie anche a questa ricca esperienza sono oggi Responsabile Prodotto e Tour operator per Evolution Travel (il Network che conta più di 600 consulenti di viaggio on line), per cui ho creato più di 120 programmi di viaggio, con cui potrai scoprire il Centro-Sud America!

Troverai tutta la mia storia nel “chi sono”; aggiungo solo  che per 22 anni sono stato giornalista pubblicista delle pagine scientifiche del Corriere della Sera. E’ stato così per me estremamente naturale dare vita al Travel Blog in cui ti trovi e creare più di 350 post e video che, spero, ti aiuteranno a conoscere e amare intensamente come me questa Regione del nostro Pianeta.

👉  Se vuoi sapere chi sono e che cosa posso fare per te clicca qui >>>

ECCO 12 PERCHE’ IL TUO VIAGGIO IN CILE E IN SUD AMERICA  SARA’ UNICO E SU MISURA

    1. Perché il tuo modo di viaggiare, i tuoi desideri, le tue passioni saranno l’inizio da cui partire per costruire assieme il tuo viaggio
    2. Perché potrai contare sulla mia conoscenza e esperienza
    3. Perché potrai scegliere tra più di 2000 hotel, lodge, resort dalle 2 alle 5 stelle in cui soggiornare
    4. Perché potrai arricchire ogni giorno il tuo viaggio con escursioni o attività
    5. Perché posso creare un viaggio sui tuoi interessi specifici: trekking, cucina, natura, archeologia…
    6. Perché potrai scegliere il mezzo con cui spostarti: auto, bus, treno, transfer privati, transfer condivisi, camper, moto
    7. Perché sceglierai tempi e modi con cui comunicheremo per perfezionare il tuo tour
    8. Perché posso completare il tuo programma con il volo aereo e con le assicurazioni annullamento (anche per il Covid), medico/bagaglio
    9. Perché in viaggio avrai una assistenza 24/ore
    10. Perché, a differenza di alcune agenzie che potrai trovare on line, opero coerentemente con le direttive comunitarie che regolano le vendite dei pacchetti turistici on line e che tutelano i diritti dei viaggiatori anche in caso di insolvenza o fallimento del Tour operator, grazie al network Evolution Travel di cui faccio parte.
    11. A differenza di chi ti può offrire un viaggio in Centro e Sud America, magari su misura, io propongo solo itinerari e programmi sperimentati direttamente in Paesi in cui sono stato e che conosco a fondo.
    12. Perché potrai approfondire la conoscenza del Paese in cui vorresti andare grazie a più di 400 post e video e 11 Ebook che ho realizzato per gli appassionati come te.

Hai un sogno nel cassetto?
Un’idea di viaggio da sviluppare?
Un preventivo da chiedere?

CONTATTAMI QUI!

7. TI CONSIGLIO DI LEGGERE
✅ Cile cosa vedere: 13 posti in cui viaggiare >
✅ Cile cosa vedere: 8 posti speciali da visitare assolutamente >>
✅ Cile quando andare: ecco le risposte a questa domanda >>
✅ Santiago del Cile cosa vedere: 10 cose non farsi scappare! >>
✅ Il Parco nazionale Lauca e la Riserva las Vicuñas. Scoprili! >>
✅ Iquique cosa vedere. Humberstone la città fantasma >>
✅ San Pedro de Atacama: cosa vedere, le escursioni, il tour al Salar de Uyuni >>
✅ Viaggio a Valparaíso: i murales più belli della street art! >>
✅ Chiloé, 6 cose da non farti scappare! Scoprile qui  >>
Torna all’indice

8. SCOPRI IL CILE CON QUESTO VIDEO!

Torna all’indice

 
 

Condividi su:

Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Email

√ Hai uno spirito avventuroso e ai tuoi viaggi chiedi solo esperienze fuori dall’ordinario o preferisci goderti fino all’ultima goccia il benefico e rigenerante relax di una magnifica spiaggia?

√ Ti piacciono gli spazi aperti, dove il tuo sguardo scorre verso gli orizzonti infiniti o dove percorrere decine di chilometri senza incontrare anima viva o preferisci delle città vivaci e frizzanti ?

√ Qualunque siano i tuoi interessi, le tue passioni, i tuoi desideri…. Benvenuta e benvenuto nel mio blog! Mi auguro che i post e  i video che troverai contribuiscano a farti innamorare del Centro e Sud America 😊

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

potrebbe interessarti...

Ultimi post

Hai un sogno nel cassetto? Un'idea di viaggio da sviluppare? Un preventivo da chiedere?