Amazzonia, Ecuador: dove andare, cosa vedere, cosa fare. Tour e informazioni.

Amazzonia, Ecuador: dove andare, cosa vedere, cosa fare

L’Amazzonia è senza dubbio una delle zone più affascinati dell’Ecuador ed è è uno dei 18 incredibili posti di questo Paese che consiglio di visitare. Nota anche semplicemente come “Oriente”, ovviamente con riferimento alla sua collocazione geografia, offre tantissime cose da vedere e da fare. So che vorresti chiedermi dove andare, cosa  vedere e cosa fare in Amazzonia in un viaggio in Ecuador. Se l’Amazzonia è uno degli ambienti del nostro Pianeta che non hai mai visitato, prendi in considerazione di passarci qualche giorno in Ecuador, destinando una parte del tuo viaggio alla scoperta di questo incredibile posto!

A differenza di altri Paesi, infatti, l’Amazzonia è facilmente raggiungibile con neanche un’ora di volo da Quito. Questa parte selvaggia dell’Ecuador, che copre il 40% del territorio del Paese, comprende sei province – Sucumbíos, Orellana, Napo, Pastaza, Morona Santiago e Zamora Chinchipe.

 

Ecco cosa potrai leggere in questo post:

1. DOVE ANDARE E COSA VEDERE IN AMAZZONIA
2. VISITARE LA RISERVA FAUNISTICA DI CUYABENO
3. VISITARE IL PARCO NAZIONALE YASUNI’
4. QUANDO ANDARE IN AMAZZONIA
5. COME ARRIVARE IN AMAZZONIA
6. COSA FARE IN AMAZZONIA: TOUR DI 3 O 4 GIORNI
7. VACCINAZIONI PER L’AMAZZONIA
8. COSA PORTARE  E COME VESTIRSI IN AMAZZONIA
9. TI CONSIGLIO DI LEGGERE
10. PROPOSTE DI VIAGGIO IN ECUADOR
11. SCOPRI CHI SONO
12. GUARDA IL VIDEO SULL’AMAZZONIA

Amazzonia, Ecuador: dove andare, cosa vedere, cosa fare
1. DOVE ANDARE E COSA VEDERE IN AMAZZONIA

In  Ecuador, sono principalmente due le aree dove puoi vivere una bella esperienza nella foresta amazzonica:
1. Riserva  faunistica di Cuyabeno
2. Parco nazionale Yasuni

Le due aree protette hanno tre aspetti che le accomunano:
1. Una straordinaria natura e biodiversità che, di fatto, le rendono due delle zone più belle e interessanti dell’ intera Amazzonia.

2. Sono state create per difendere il loro territorio dagli assalti di chi vuole impadronirsi di una ricchezza che possiedono sotto il manto forestale: l’oro nero, ossia il petrolio.

3. L’organizzazione turistica. E’ abbastanza comune che sia in gestita  in parte dalle stesse comunità indigene che vivono sul territorio. Un turismo di comunità, che fa sì che una certa parte di quanto spenderai rimanga in Amazzonia, a beneficio di chi ci abita.
Torna all’indice

Amazzonia, Ecuador: dove andare, cosa vedere, cosa fare
2. COSA VEDERE: VISITARE LA RISERVA DI CUYABENO

La Riserva Faunistica di Cuyabeno è una zona protetta della foresta pluviale tropicale situata nel nord dell’Ecuador. E’ una combinazione di fiumi, lagune e foreste allagate, ed è considerata uno delle aree con la più alta biodiversità al mondo!

Più di 550 specie di uccelli sono state identificate nel Cuyabeno (un terzo di quelle che abitano l’Amazzonia), 350 specie di pesci oltre a delfini rosa, lamantini, caimani, lontre giganti e le leggendarie anaconde. Oltre 300 specie differenti di alberi sono stati contate in un solo ettari di Riserva.

La maggior parte della metà orientale della provincia di Sucumbíos rientra in questa splendida area protetta che si estende su oltre 6.000 chilometri quadrati a est del Lago Agrio fino al confine peruviano.

Il Río Aguarico, il cui  nome significa “acqua ricca“, si fa strada attraverso la riserva. I tanti fiumi presente nella Riserva,  offrono la possibilità di effettuare escursioni  in canoa nelle lagune.
Torna all’indice

GRATIS SCARICA
L’EBOOK SULL’ECUADOR
CLICCA QUI

Amazzonia, Ecuador: dove andare, cosa vedere, cosa fare
3. COSA VEDERE:  VISITARE IL PARCO NAZIONALE YASUNI’

Il Parco nazionale Yasuní è stato istituito nel 1979.  Copre un territorio di ben 982.000 ettari e, per le sue dimensioni, è  il più grande Parco nazionale Paese. Per rimarcare la sua importanza dal punto vi sita biologico, è stato dichiarato Riserva Internazionale della Biosfera dall’UNESCO.

È in gran parte disabitato. Un piccolo numero di comunità indigene Kichwa vive all’interno dei confini del parco, ma il più grande gruppo etnico di questa zona, gli Huaorani, possiede una propria riserva a sud

Il Parco ospita diversi fiumi: Yasuní, Cononaco, Curaray, Tiputini e molti altri. La fauna è sorprendente e varia. Yasuní ospita la metà dei mammiferi di tutto l’Ecuador, tra cui 80 specie di pippistrelli, 12 specie di scimmie, delfini di fiume, lamantini, lontre giganti, giaguari e ben 600 specie di uccelli.

Nel parco è possibile osservare, in alcune zone, i pappagalli e altri uccelli che si cibano di argilla; un modo questo per assumere preziosi elementi minerali fondamentali per l’organismo di questi animali.
Torna all’indice

Amazzonia, Ecuador: dove andare, cosa vedere, cosa fare
4. QUANDO ANDARE  IN AMAZZONIA

La foresta amazzonia si distingue per la sua  lussureggiante  vegetazione perennemente verde. Questa condizione viene raggiunta in un solo modo: con l’acqua. Quindi è inutile nascondersi dietro a un dito: in Amazzonia piove anche nella stagione considerata più propizia 😉  Mettiti quindi il cuore in pace e, se come mi auguro, vorrai visitare questo incredibile ambiente, metti in preventivo che potrai bagnarti.  L’aspetto confortante è che in Amazzonia fa caldo, quindi la pioggia potrà rappresentare anche un evento molto piacevole!

La foresta pluviale amazzonica dell’Ecuador può essere visitata tutto l’anno.  Si distinguono comunque due stagioni:

Stagione umida
Da gennaio/febbraio a giugno, l’Ecuador registra un aumento della frequenza e dell’intensità delle sue precipitazioni. In Amazzonia i livelli dei fiumi sono più alti e la navigazione è  quindi più agevole.  In questa stagione molte piante fioriscono e producono frutti, attirando così uccelli e scimmie. Aumenta quindi la possibilità di avvistarli. Questa stagione è ottima per visitare l’Amazzonia con una crociera fluviale.

La stagione secca
La stagione secca in Ecuador va da luglio a novembre. In questa stagione ci sono meno precipitazioni e il livello dell’acqua dei fiumi è più bassa. Gli animali si concentrano in prossimità dei corsi d’acqua ed è più facile avvistare i caimani e gli uccelli che nidificano sugli alberi lungo le rive dei fiumi.
Torna all’indice

Hai un sogno nel cassetto?
Un’idea di viaggio da sviluppare?
Un preventivo da chiedere?

CONTATTAMI QUI!

Amazzonia, Ecuador: dove andare, cosa vedere, cosa fare
5. COME ARRIVARE IN AMAZZONIA

Sia Lago Agrio, porta di ingresso per la Riserva faunistica di Cuyabeno, che Coca, il cui nome ufficiale è  Puerto Francisco Orellana e che rappresenta invece la porta di ingresso per il Parco nazionale Yasuni,  sono raggiungibili in bus da Quito. Devi però mettere in preventivo circa 8 ore di viaggio.

Molto più facile raggiungere le due cittadine in aereo, che in meno di un’ora ti porterà a destinazione. I voli sono organizzati da Tame e ce n’è almeno uno al giorno, in alcuni casi anche due. Consulta l’orario.

Una volta raggiunte lago Agrio e Coca, arriverai al lodge via fiume, con una navigazione che potrà durare anche qualche ora, che sarà resa interessante osservando il nuovo ambiente e, con un poì di fortuna, alcun dei suoi abitanti.
Torna all’indice

Amazzonia, Ecuador: dove andare, cosa vedere, cosa fare
6. COSA FARE IN AMAZZONIA: TOUR DI 3 O 4 GIORNI

Per visitare la Riserva di Cuyabeno o Parco nazionale Yasuni,  l’opzione migliore è soggiornare presso un lodge che si trova all’interno o in prossimità delle  due aree protette.

I tour durano mediamente dai 3-4 giorni. Consiglio un tour di 4 giorni/3 notti, in quanto bisogna calcolare poco più di una mezza giornata di viaggio per raggiungere il lodge, ovviamente se si decide di volare su Lago Agrio o su Coca.

Nel caso si opti per il bus, più economico, bisogna però mettere in preventivo o una levataccia per riuscire a prendere la lancia che via fiume porterà al lodge o di passare una notte nelle due cittadine, per raggiungere poi il giorno dopo la tua sistemazione.

Questo di seguito  è un programma tipo che utilizzo per visitare la Riserva di Cuyabeno. Per il Parco nazionale Yasuni, il programma è abbastanza simile. Cambiano ovviamente i posti, ma il succo è sempre questo. Si fa una full immersion nella Natura durante la quale si conosce fauna e flora dell’Amazzonia (ovviamente una piccola parte), alcune delle più importanti piante medicinali,  si visita una comunità di indios e si svolgono delle attività ricreative o per comprendere gli stili di vita nella foresta.
Torna all’indice

GRATIS SCARICA
L’EBOOK SULL’ECUADOR
CLICCA QUI

Amazzonia, Ecuador: dove andare, cosa vedere, cosa fare
1
° giorno: Quito- Riserva di Cuyabeno
Arriverai a Lago Agrio, dove sarai accolta/o all’aeroporto o al terminal dei bus. Inizierà quindi il  transfer via terra di circa 2 ore per raggiungere l’ingresso della Riserva di Cuyabeno.  Dopo una introduzione e una serie di informazioni sull’area protetta, inizierai la navigazione lungo il fiume Cuyabeno che, in circa due ore, consentirà di raggiungere il Lodge.

Durante la navigazione ti sarà possibile osservare la foresta e alcuni esemplari della fauna che la popolano tra cui uccelli e primati. Arriverai al lodge nella seconda metà del pomeriggio. Dopo un breve relax al lodge, raggiungerai la Laguna Grande, per assistere al tramonto. Cena e pernottamento.
Torna all’indice

Amazzonia, Ecuador: dove andare, cosa vedere, cosa fare
2
°giorno: Riserva di Cuyabeno
La mattina è prevista una escursione di circa 3-4 ore per scoprire la foresta primaria. La guida ti spiegherà questo incredibile ambiente soffermandosi, in particolare, sull’utilizzo delle piante medicinali. Osserverai e inizierai a prendere confidenza con alcuni abitanti della Amazzonia, tra cui i grandi alberi come i ceibi o i piccoli insetti come le formiche.

Rientrerai al lodge per il pranzo, seguito da un breve relax. Nel pomeriggio una bella escursione per osservare le multicolori farfalle e per  nuotare nella laguna; se sarai fortunata/o, ti sarà possibile osservare i delfini rosa. Dopo la cena nel lodge, ti aspetta una escursione notturna per cercare i caimani sulle rive del fiume.
Torna all’indice

Amazzonia, Ecuador: dove andare, cosa vedere, cosa fare
3° giorno:
Riserva di Cuyabeno
Dopo colazione, partenza in canoa per raggiungere, in circa un’ora di navigazione, una famiglia della comunità Tarapuy. Qui sarai coinvolta/o nella preparazione di un pane di manioca tradizionale noto come Casabe. Inoltre imparerai l’utilizzo di diversi utensili usati nella vita quotidiana nella foresta amazzonica.

Nel tardo  pomeriggio una breve escursione attraverso la foresta primaria per osservare gli animali notturni e ascoltare i suoni notturni della Amazzonia.

4° giorno:  Riserva di Cuyabeno -Quito
All’alba escursione di birdwatching per avvistare e conoscere alcune specie tipiche della Amazzonia. Partenza quindi dopo colazione dal lodge per raggiungere Lago Agrio. Volo di rientro per Quito.
Torna all’indice

Hai un sogno nel cassetto?
Un’idea di viaggio da sviluppare?
Un preventivo da chiedere?

CONTATTAMI QUI!

Amazzonia, Ecuador: dove andare, cosa vedere, cosa fare
7. VACCINAZIONI PER L’AMAZZONIA

Premesso che ritengo d’obbligo prima di partire per l’Ecuador e l’Amazzonia consultarsi con il proprio medico o con l’ASL per decidere a quali vaccinazioni eventualmente sottoporsi, consiglio sicuramente la profilassi per la febbre gialla il cui vaccino copre tutta la vita, senza necessità di richiamo.

√ Puoi leggere qui sul sito Viaggiare Sicuro della nostro Ministero degli Esteri la parte relativa alla febbre gialla >>

Sulla vaccinazione per la malaria troverai su internet discussioni se effettuarla o no.
√ Questa è  la sezione specifica sulla malaria del sito Viaggiare Sicuri >>

Sicuramente  utile la vaccinazione antitifica, che consiglio di effettuare prima di ogni viaggio in Centro e Sud America.
√ Questa è la sezione specifica sulla febbre tifoide del sito Viaggiare Sicuri >>

Infine la parte relativa alla Epatite A che è una delle patologie da considerare quando si viaggia in alcuni Paesi del Sud America come l’Ecuador.
√ Questa è la sezione specifica sulla Epatite A del sito Viaggiare Sicuri >>
Torna all’indice

Amazzonia, Ecuador: dove andare, cosa vedere, cosa fare
8. COSA PORTARE  E COME VESTIRSI IN AMAZZONIA

✅ Un poncho per la pioggia adeguato. Lo ritengo molto più utile di una giacca in quanto, essendo più grande e avvolgente, manterrà il tuo zaino asciutto. Se lo devi acquistare, valuta bene la resistenza e la praticità per indossarlo.

✅ Stivali di gomma. Diversi lodge li forniscono, ma  chiedi per sicurezza, soprattutto se sei hai una taglia particolare.

✅ Pantaloni lunghi leggeri (non jeans) e maglietta a maniche lunghe, per evitare le punture di insetti.
Un cappello, occhiali da sole e crema solare.

✅ Un buon repellente per insetti è un must.

✅ Una torcia è necessaria per le escursioni notturne e, nel caso tu non abbia il bagno in camera, per raggiungerlo durante la notte. Ovviamente può andare bene la luce del tuo smartphone.

✅ Il binocolo per osservare la fauna selvatica
Torna all’indice

GRATIS SCARICA
L’EBOOK SULL’ECUADOR
CLICCA QUI

Amazzonia, Ecuador: dove andare, cosa vedere, cosa fare
9. TI CONSIGLIO DI LEGGERE

Ecco alcuni miei post sulla  Amazzonia  che ti suggerisco di leggere:
✅Viaggio in Ecuador, Perù, Bolivia: ecco l’Amazzonia >>
✅Foresta amazzonica, Perù: cosa vedere, cosa fare, come organizzare un tour >>
✅Parco nazionale Madidi, Bolivia: cosa vedere, cosa fare  >>
Torna all’indice

10. PROPOSTE DI VIAGGIO IN AMAZZONIA E ECUADOR
Se stai preparando un viaggio in Ecuador ….

✅ Scopri i miei programmi  di viaggio >>

NOTA BENE
✅ I miei programmi prevedono sia viaggi individuali che di gruppo.  I viaggi individuali possono partire in qualsiasi giorno dell’anno, anche con una sola persona! I viaggi di gruppo prevedono invece date fisse.

✅ I programmi pubblicati  sono solo una parte di quelli che posso proporti. Chiedimeli 😉

✅ Tutti i programmi sono modulabili e possono essere costruiti  su misura, a seconda di quello che desideri tu.

✅ Leggi alcune recensioni scritte da chi ha viaggiato con me !

Torna all’indice

Hai un sogno nel cassetto?
Un’idea di viaggio da sviluppare?
Un preventivo da chiedere?

CONTATTAMI QUI!

11. SCOPRI CHI SONO
Mi chiamo Roberto Furlani e lavoro con passione nel Turismo da 30 anni, di cui 15 passati a dirigere l’Ufficio Turismo del WWF Italia (Fondo Mondiale per la Natura) e 12 come Tesoriere di AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile).

Grazie anche a questa ricca esperienza sono oggi Responsabile Prodotto e Tour operator per Evolution Travel (il Network che conta più di 600 consulenti di viaggio on line), per cui ho creato più di 120 programmi di viaggio, con cui potrai scoprire il Centro-Sud America!

Troverai tutta la mia storia nel “chi sono”; aggiungo solo  che per 22 anni sono stato giornalista pubblicista delle pagine scientifiche del Corriere della Sera. E’ stato così per me estremamente naturale dare vita al Travel Blog in cui ti trovi e creare più di 350 post e video che, spero, ti aiuteranno a conoscere e amare intensamente come me questa Regione del nostro Pianeta.

Se vuoi sapere chi sono e che cosa posso fare per te clicca qui >>>

Torna all’indice

12. GUARDA IL VIDEO SULL’AMAZZONIA

Condividi su:

Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Email

√ Hai uno spirito avventuroso e ai tuoi viaggi chiedi solo esperienze fuori dall’ordinario o preferisci goderti fino all’ultima goccia il benefico e rigenerante relax di una magnifica spiaggia?

√ Ti piacciono gli spazi aperti, dove il tuo sguardo scorre verso gli orizzonti infiniti o dove percorrere decine di chilometri senza incontrare anima viva o preferisci delle città vivaci e frizzanti ?

√ Qualunque siano i tuoi interessi, le tue passioni, i tuoi desideri…. Benvenuta e benvenuto nel mio blog! Mi auguro che i post e  i video che troverai contribuiscano a farti innamorare del Centro e Sud America 😊

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

potrebbe interessarti...

Ultimi post

Hai un sogno nel cassetto? Un'idea di viaggio da sviluppare? Un preventivo da chiedere?