Cuenca, Ecuador: cosa vedere, altitudine, cosa fare

Cuenca, Ecuador: cosa vedere, altitudine, cosa fare

Cuenca si contende con Quito il titolo di centro storico più bello dell’Ecuador. Per non fare torto a nessuno, l’UNESCO ha insignito ambedue del titolo di “Patrimonio dell’Umanità”.  

Cuenca, situata nella parte meridionale dell’Ecuador, è la vivace capitale della provincia di Azuay e non ha solo edifici coloniali, chiese e musei da offrire al visitatore. E’ piena di  tantissime cose da vedere e da fare, è ricca di locali e di ristoranti, ed è famosa anche per il suo artigianato, la ceramica, la lavorazione dei metalli e  per i suoi cappelli Panama. Sì, perché i famosi copricapi non sono prodotti nello stato centro americano ma qui, ai piedi delle Ande!

Cosa potrai leggere in questo post:

1. CUENCA ALTITUDINE
2. COSA VEDERE E FARE A CUENCA
3. COME ARRIVARE A CUENCA

4. TI CONSIGLIO DI LEGGERE
5. ECCO LE PROPOSTE DI VIAGGIO IN ECUADOR 
6. SCOPRI CHI SONO

1. CUENCA ALTITUDINE
Cuenca si trova a 2560 metri sul livello del mare, una altitudine decisamente più bassa di Quito, che si trova a 2850 metri di altezza. Non dovresti avere alcun problema a visitare Cuenca, considerando che  la sua altezza è  sopportabilissima dall’organismo umano (corrisponde a poco più dell’altezza a cui viene normalmente pressurizzata la cabina di un aereo)  e che, prima di arrivare a Cuenca, avrai già passato qualche giorno in Ecuador, ambientandoti così alla nuova realtà e alle nuove altitudini.

Cuenca, Ecuador: cosa vedere, altitudine, cosa fare - architettura coloniale
2. COSA VEDERE E FARE A CUENCA

Il tempo vola a Cuenca, tante sono le cose da vedere e da fare in questa città. Di seguito ne troverai alcune  ma, ti confesso, potrebbero essere molte di più, considerando la ricchezza culturale e di locali e negozi della città.

Cuenca, Ecuador: cosa vedere, altitudine, cosa fare - cattedrale nuova
2.1. Cattedrale dell’Immacolata Concezione
Conosciuta come Catedral Nueva, la Cattedrale dell’Immacolata Concezione incarna la grandiosità di Cuenca. I lavori iniziarono nel 1885 e terminarono solo nel 1975, facendo attenzione a ogni dettaglio a parte i campanili che, per un errore di progettazione, sono più bassi di quello che avrebbero dovuto essere.

La parte più spettacolare dell’edificio solo le sue tre cupole blu, visibili dalle montagne circostanti. E’ considerata una delle più grandi cattedrali dell’America Latina;  si dice che sia in grado di ospitare 9000 fedeli. Si trova nel Parque Calderón, nella piazza più grande della città.
Consiglio: attraverso una stretta scala a chiocciola e risali le cupole per ammirare Cuenca dall’alto.

√ Guarda su  Google Map dove si trova la Cattedrale Nueva >>

2.2. Iglesia Sagrario
La Iglesia del Sagrario, conosciuta come la “Vecchia Cattedrale”, è stata costruita nel 1557 è uno degli edifici più antichi dell’Ecuador. E’ stata utilizzata dai francesi nel XVIII° secolo come punto per misurare la circonferenza della terra e individuare l’equatore. Sconsacrata, la chiesa è ora una sala da concerto e  un museo di arte sacra.

√ Guarda su Google Map dove si trova l’Iglesias del Sagrario >>

GRATIS SCARICA
L’EBOOK SULL’ECUADOR
CLICCA QUI

Cuenca, Ecuador: cosa vedere, altitudine, cosa fare - mercato dei fiori
2.3. Il  mercato dei fiori di Cuenca
L’Ecuador è il terzo esportatore di fiori al mondo. Il Paese è particolarmente noto per le sue rose di alta qualità. Ma non tutti i fiori dell’Ecuador lasciano l’Ecuador e molti di loro sono venduti nel bellissimo e colorato mercato dei fiori di Cuenca, accanto alla Nuova Cattedrale, conosciuto localmente come il Mercado de las Flores.

Fa da fondale pittoresco alla Plazoleta del Carmen,  straboccante  di venditori di fiori. Il National Geographic l’ha inserito nella lista dei 10 migliori mercati di fiori all’aperto al mondo.

√ Guarda su Google Map dove si trova il  Mercado de las Flores >>

Cuenca, Ecuador: cosa vedere, altitudine, cosa fare - panama
2.4. Cappelli di Panama
Come ti dicevo all’inizio del post, i famosi “cappelli di Panama” non vengano realizzati a Panama, ma a Cuenca. Ti confesso che anche io rimasi spiazzato da questa notizia quando mi venne raccontata!  I posti in città per conoscere da vicino le tecniche di realizzazione di questi copricapi sono essenzialmente due: Homero Ortega che ha un museo e una esposizione in Dávalos 3-86 e Rafael Paredes y Hijos in Larga 10-41.

√ Guarda su Google Map dove si trova Homero Ortega >>

2.5. Museo del CIDAP e Museo di arte moderna
Sono due bei musei per capire l’Ecuador di ieri e quello di oggi. Il CIDAP (Centro interamericano di arti popolari) è un museo che raccoglie e espone ceramiche, oggetti in legno, strumenti musicali, tessuti, manufatti provevienti non solo dal Paese ma da tutta l’America Latina. Il Centro promuove la cultura, l’espressione e la conservazione della conoscenza dell’artigianato.  

Se sei in vena di compere,  annesso al museo troverai un ottimo negozio di artigianato che (solitamente) ha degli ottimi prezzi.
Il Museo Municipal de Arte Moderno espone  i lavori dei  nuovi movimenti artistici dell’ Ecuador, creando quindi una ideale finestra di quello che succede nel Paese e quali sono le avanguardie artistiche.

√ Guarda su Google Map dove si trova il museo CIDAP >>
Guarda su Google Map dove si trova il Museo Minicipal de Arte Moderno >>

Hai un sogno nel cassetto?
Un’idea di viaggio da sviluppare?
Un preventivo da chiedere?

CONTATTAMI QUI!


2.6. Mirador de Turi
Se vuoi avere la possibilità di ammirare tutta assieme la bellezza di Cuenca, niente di meglio che salire al Mirador di Turi, raggiungibile sia in autobus che in taxi (si torva a circa 8 chilometri dalla città).  I Mirador si trova nei pressi della Chiesa di Turi. Il meglio lo si ha, ovviamente, al tramonto.

Se vuoi fare una cosa un po’ particolare, sali sull’altalena che consente di dondolarsi sopra la città con un po’ di adrenalina che scorre nel corpo (guarda la foto).

√ Guarda su Google Map come arrivare al Mirador de Turi >>

2.7. Parco Pumapungo e Museo Etnografico
Ci sono molti motivi per visitare questo enorme e gratuito museo, considerato il migliore della città. Ospita una collezione di arte, migliaia di manufatti e oltre 20 diorami che presentano le diverse etnie dell’Ecuador. Per molti visitatori, l’attrazione principale è la collezione di teste rimpicciolite del popolo Shuar dell’Amazzonia.

All’esterno dell’edificio del museo si trova un complesso di quattro ettari che ospita ciò che è rimasto  di una postazione militare Inca (smantellata in gran parte dagli spagnoli per ricavare il materiale con cui costruire le nuove dimore di Cuenca) , un parco archeologico ed etnobotanico con oltre 300 specie di piante e un centro di salvaguardia degli uccelli con, tra l’altro, tucani,  pappagalli e aquile.

√ Guarda su Google Map dove si trova il Museo Pumapungo >>

GRATIS SCARICA
L’EBOOK SULL’ECUADOR
CLICCA QUI

Cuenca, Ecuador: cosa vedere, altitudine, cosa fare
2.8. La Calle Larga e il fiume Tomebamba
Con un’abbondanza di ristoranti, musei, caffetterie, bar e club, questa esuberante zona rende la giornata a Cuenca vivace, spensierata e  divertente. A un isolato dal Río Tomebamba, uno dei quattro fiumi di Cuenca, la Calle Larga è anche a pochi passi dalle principali attrazioni della città, rendendo questa zona un luogo perfetto dove soggiornare a Cuenca. Il fiume, poi,  è un ottimo posto per passeggiare e rilassarsi, come fanno molti ecuadoriani.

√ Guarda su Google Map dove si trova Calle Larga >>

3. COME ARRIVARE A CUENCA
Come puoi immaginare, Cuenca è facilmente raggiungibile sia in aereo (l’aeroporto dista un paio di chilometri dalla città e la linea aerea di riferimento è la Tame), sia in bus. Si sono due stazioni degli autobus, di cui il principale è il Terminal terrestre. Guayaquil è raggiungibile in 4 o 5 ore di bus, a seconda dell’itinerario scelto.

La cosa più “furba” è inserire la visita di Cuenca all’interno di un programma di viaggio nord-sud o viceversa, che quindi parte da Quito per terminare a Guayaquil.
Nei miei programmi di viaggio dedico una giornata alla vista della città, ma si può tranquillamente passarere più giorni, tante sono le cose da vedere e da fare a Cuenca.

√ Guarda  e interagisci con la mappa di Google di Cuenca>>
√ Guarda la distanza tra Guayaquil e Cuenca su Google Map >>

Cuenca, Ecuador: cosa vedere, altitudine, cosa fare
4. TI CONSIGLIO DI LEGGERE
Ecco alcuni miei post sull’Ecuador che ti suggerisco di leggere:

✅ Ecuador cose da vedere, cosa visitare >>
✅ Quito cosa vedere: 9 posti assolutamente da non perdere >>
✅ Guayaquil: 5 cose da visitare >>
✅ Cuenca, Ecuador: cosa vedere, altitudine, cosa fare >>
✅ Amazzonia, Ecuador: dove andare, cosa vedere, cosa fare >>
✅ Laguna Quilotoa: cosa vedere, cosa fare >>
✅ Chimborazo: altezza, cosa vedere, cosa fare >>
✅ Cotopaxi: cosa vedere e cosa fare nel Parco  >>
✅ Il mercato di Otavalo >>
✅ Baños, l’altalena e la Ruta de las Cascadas >>
✅ Puerto Lopez, balene, isla de la Plata, Playa de los Frailes >>
Torna all’indice

GRATIS SCARICA
L’EBOOK SULL’ECUADOR
CLICCA QUI


5. PROPOSTE DI VIAGGIO IN ECUADOR
Se stai preparando un viaggio in Ecuador ….

✅ Scopri i miei programmi  di viaggio >>

NOTA BENE
✅ I miei programmi prevedono sia viaggi individuali che di gruppo.  I viaggi individuali possono partire in qualsiasi giorno dell’anno, anche con una sola persona! I viaggi di gruppo prevedono invece date fisse.

✅ I programmi pubblicati  sono solo una parte di quelli che posso proporti. Chiedimeli 😉

✅ Tutti i programmi sono modulabili e possono essere costruiti  su misura, a seconda di quello che desideri tu.

✅ Leggi alcune recensioni scritte da chi ha viaggiato con me !

Torna all’indice

Hai un sogno nel cassetto?
Un’idea di viaggio da sviluppare?
Un preventivo da chiedere?

CONTATTAMI QUI!


6. SCOPRI CHI SONO
Mi chiamo Roberto Furlani e lavoro con passione nel Turismo da 30 anni, di cui 15 passati a dirigere l’Ufficio Turismo del WWF Italia (Fondo Mondiale per la Natura) e 12 come Tesoriere di AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile).

Grazie anche a questa ricca esperienza sono oggi Responsabile Prodotto e Tour operator per Evolution Travel (il Network che conta più di 600 consulenti di viaggio on line), per cui ho creato più di 120 programmi di viaggio, con cui potrai scoprire il Centro-Sud America!

Troverai tutta la mia storia nel “chi sono”; aggiungo solo  che per 22 anni sono stato giornalista pubblicista delle pagine scientifiche del Corriere della Sera. E’ stato così per me estremamente naturale dare vita al Travel Blog in cui ti trovi e creare più di 350 post e video che, spero, ti aiuteranno a conoscere e amare intensamente come me questa Regione del nostro Pianeta.

Se vuoi sapere chi sono e che cosa posso fare per te clicca qui >>>

 

Condividi su:

Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Email

√ Hai uno spirito avventuroso e ai tuoi viaggi chiedi solo esperienze fuori dall’ordinario o preferisci goderti fino all’ultima goccia il benefico e rigenerante relax di una magnifica spiaggia?

√ Ti piacciono gli spazi aperti, dove il tuo sguardo scorre verso gli orizzonti infiniti o dove percorrere decine di chilometri senza incontrare anima viva o preferisci delle città vivaci e frizzanti ?

√ Qualunque siano i tuoi interessi, le tue passioni, i tuoi desideri…. Benvenuta e benvenuto nel mio blog! Mi auguro che i post e  i video che troverai contribuiscano a farti innamorare del Centro e Sud America 😊

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

potrebbe interessarti...

Ultimi post

Hai un sogno nel cassetto? Un'idea di viaggio da sviluppare? Un preventivo da chiedere?

× Scrivimi su whatsapp Available from 08:00 to 20:00 Available on SundayMondayTuesdayWednesdayThursdayFridaySaturday