Tartarughe in Costa Rica: dove vederle, quando, quali sono le specie

Tartarughe in Costa Rica: dove vederle, quando, quali sono le specie

La Costa Rica è uno dei pochi posti al mondo dove, nei periodi giusti, potrai praticamente essere quasi certa/o di ammirare una tartaruga marina deporre le uova sulla spiaggia. Ma non solo.

Qui sono celebri le arribadas, l’arrivo contemporaneo sulle spiagge di migliaia di tartarughe marine con la luna nuova. Se sei amante della Natura e dei suoi fenomeni, non dovresti perderti questo spettacolo naturale.
Leggi il mio post per scoprire di più sulle tartarughe marine della Costa Rica, quali sono i  posti migliori per la nidificazione e quando andarci per ammirarle da vicino!
L’osservazione delle tartarughe è una delle  29 imperdibili attività della Costa Rica che consiglio di fare.

 

Ecco cosa potrai leggere in questo post:

1. LE TARTARUGHE MARINE IN COSTA RICA
2. DOVE VEDERE LE TARTARUGHE MARINE IN COSTA RICA
3. REGOLE PER OSSERVARE LE TARTARUGHE MARINE

4. TI CONSIGLIO DI LEGGERE

5. PROPOSTE DI VIAGGIO IN COSTA RICA
6. SCOPRI CHI SONO
7. TI CONSIGLIO DI LEGGERE

1.LE TARTARUGHE MARINE IN COSTA RICA
Uno dei fenomeni più incredibili della Natura è la deposizione delle uova da parte delle tartarughe marine. Rettili che vivono in mare e che per quei misteriosi riti del mondo animale ritornano, quando è il momento, sulla spiaggia in cui sono nati per continuare a perpetuare la specie.

Risalgono faticosamente l’arenile e con le zampe posteriori scavano una buca dove deporre 60-100 uova a seconda della specie. Ricoprono poi il tutto con la sabbia e lentamente riacquistano l’acqua marina. La sabbia, con l’aiuto del sole tropicale, farà da incubatore e dopo 30-45 giorni sbucheranno da sottoterra decine di tartarughine che inizieranno la corsa per tuffarsi nell’acqua. Saranno tanti i predatori da cui dovranno  difendersi ma quelli che arriveranno in mare continueranno  il ciclo di vita della loro specie.

La Costa Rica ospita 5 specie di tartarughe marine che visitano le coste del Pacifico e dei Caraibi in vari periodi dell’anno. Eccole:


Tartaruga caretta
In confronto con altre testuggini marine, la caretta ha la testa più grossa e delle mascelle robuste, capaci di rompere granchi, aragoste e altre prede dal corpo duro. In mare aperto generalmente nuota in superficie, ma negli estuari e nelle baie rimane sul fondo e emerge solo per respirare. Le carette si riproducono solamente ogni 2 anni, a volte anche dopo più tempo.


Tartaruga embricata
E’ una delle tartarughe marine più piccole; si riconosce facilmente per il suo carapace dotato di una carenatura centrale e orli denticolati. Visti da vicino i disegni delle scaglie sono molto belli, ed è questa una ragione per cui questi animali sono stati oggetto di una intensa caccia. Sono animali longevi e meno migratori di altre testuggini marine. Usano il becco adunco per cercare spugne, molluschi e altri animali sul fondo marino e tra i coralli.


Tartaruga liuto
Può raggiungere gli 800 kg di peso e i due metri di lunghezza. La liuto è la più grande di tutte le testuggini marine e uno dei maggiori viaggiatori oceanici del mondi animale. Alcuni individui marcati hanno attraversato l’oceano Atlantico.  Possono spingersi anche nelle acque più fredde grazie a una parziale capacità di produrre calore all’interno del corpo.

Oltre che per le dimensioni, si distinguono dalle altre testuggini marine per la corazza piatta, simile al cuoio e per le pinne natatorie prive di unghie. Questi animali, che possono immergersi a profondità di oltre 400 metri, si cibano principalmente di meduse e hanno la gola provviste di spine rivolte all’indietro per impedire che le loro viscide prede possano fuggire.


√  Tartaruga olivacea
E’ la più piccola delle testuggini marine e possiede un carapace senza disegni, color oliva. E’ una cacciatrice di crostacei, pesci e calamari. Per raggiungere i luoghi di riproduzione, migra in flottiglie molto numerose. In passato enormi banchi di tartarughe approdavano alle spiagge sabbiose per nidificare; ora questo fenomeno è osservabile in poche aree del mondo, tra cui la Costa Rica.


Tartaruga verde
E’ una delle testuggini marine più diffuse, del peso di 65-300 chili. Il carapace degli adulti varia dal marrone verdastro al nero, a volte con screziature brune, rossicce e gialle. Gli adulti si cibano di alghe marine, radici e foglie di mangrovie, mentre i giovani esemplari sono più carnivori e predano meduse, molluschi e spugne. Possono percorrere anche più di 1000 chilometri per raggiungere la spiaggia su cui riprodursi.
Torna all’indice

2. DOVE VEDERE LE TARTARUGHE MARINE IN COSTA RICA

2.1. COSTA CARAIBICA

2.1.1. Parco nazionale del Tortuguero
E’ probabilmente l’area protetta più conosciuta per osservare le tartarughe in Costa Rica ed è una delle pochi luoghi al mondo dove, da luglio a settembre, si è quasi certi di potere assistere di notte alla deposizione delle uova da parte delle tartarughe verdi e, nei casi più fortunati, anche delle liuto. La spiaggia di Tortuguero è il più grande sito di nidificazione delle tartarughe marine verdi nell’emisfero occidentale.

E’ anche un’ottima dimostrazione di cosa vuol dire ecoturismo e come la salvaguardia della natura rappresenti il motivo di sostentamento di circa 1500 persone che abitano in questa zona e che offrono i loro servizi ai turisti che accorrono qui.

Quando osservare le tartarughe verdi: luglio – metà ottobre (picco: agosto – settembre)

Quando osservare le tartarughe liuto: febbraio – giugno (picco: marzo – aprile)

Leggi il mio post Parco nazionale Tortuguero: cosa vedere, come arrivare, quando andare >>


2.1.2.Rifugio nazionale Manzanillo
Sebbene non sia famoso come il Tortuguero, il suo fratello settentrionale, il Rifugio della fauna selvatica di Gandoca-Manzanillo, all’estremità meridionale del Costa Rica, al confine con Panama, può offrire grosse soddisfazioni, in particolare da aprile ad agosto, quando la zona è frequentata dalle tartarughe liuto e da quelle verdi.

Leggi il mio post Rifugio Manzanillo: informazioni e consigli su come visitarlo >>

2.2. COSTA DEL PACIFICO

2.2.1. Parco nazionale di Santa Rosa, Guanacaste
Situato nella regione di Guanacaste, il Parco Nazionale di Santa Rosa ha due principali spiagge di nidificazione delle tartarughe marine: Nancite e Naranjo. Playa Nancite  è uno dei due siti in Costa Rica dove si svolgono le arribadas annuali di massa delle tartarughe olivace, all’inizio di ottobre. Playa Naranjo è più remota ma offre anche lei questo incredibile spettacolo.

√ Quando osservare le tartaughe olivace: settembre – ottobre


2.2.2. Parco Nazionale Marino di Las Baulas, Guanacaste
Il Parco Nazionale Marino di Las Baulas prende il nome dalle tartarughe marine liuto, las baulas, che possono essere avvistate da queste parti. Situata appena a nord di una delle più famose e frequentate spiagge della Costa Rica, quella di Tamarindo, Playa Grande,  all’interno del Parco, è uno dei siti di nidificazione del Paese più frequentati dalla rara tartaruga liuto, la più grande tartaruga marina del mondo. La spiaggia è attentamente regolamentata per proteggere questo importante luogo. Le visite guidate sono disponibili di notte con una guida, ma non possono essere prenotate con più di otto giorni di anticipo.

Quando osservare le tartarughe marine liuto: da ottobre a metà febbraio


2.2.3. Ostional Wildlife Refuge
Ostional Wildlife Refuge è un rifugio protetto per la nidificazione delle tartarughe situato a nord di Nosara, nella penisola di Nicoya.
L’attrazione principale all’interno del rifugio è la spiaggia di Ostional, la più grande delle due località in Costa Rica dove si svolge l’annuale arribada, o l’arrivo delle tartarughe olivace. La nidificazione delle tartarughe sulla spiaggia di Ostional si verifica tutto l’anno, ma raggiunge il picco nella stagione delle piogge. In una notte buia, una settimana prima della luna nuova, migliaia di tartarughe marine olivace arrivano per deporre le uova.

E’ possibile effettuare tour notturni con una guida naturalista durante l’arribada. I piccoli affiorano dalla sabbia, generalemente di notte, entro 45-54 giorni dalla nidificazione a seconda delle temperature di incubazione.
La foresta della Riserva è popolata da branchi di scimmie urlatrici e di cebi cappuccini. Le mangrovie sulla sponda nord del Rio Nosara ospitano circa 100 specie di uccelli e si possono esplorare in barca.

Quando andare: settembre – novembre.


2.2.4. Playa Hermosa
Uno dei siti meno conosciuti per la nidificazione delle tartarughe marine olivace in Costa Rica è la spiaggia di Hermosa, a sud di Jaco, sulla costa del Pacifico centrale. È possibile organizzare tour notturni con una guida naturalista. Circa 45 giorni dopo l’incubazione, i piccoli di tartaruga marina sopravvissuti iniziano a schiudersi e si lanciano in una folle corsa verso l’oceano per evitare i loro predatori.

√ Quando andare: giugno – novembre

2.2.5. Parco marino Ballena
Ecco una delle mie più amate aree protette della Costa Rica.  A sud del più frequentato e noto Parco nazionale Manuel Antonio, il Ballena è noto per le balene megattere che possono essere ammirati nel corso di due flussi migratori, da  dicembre a inizio aprile e da fine luglio a novembre.

√ Quando andare: le tartarughe embricate e olivace vi compaiono da maggio a novembre, con un picco tra settembre e ottobre.

Leggi il mio post Parco marino Ballena: balene ai tropici! >>


2.2.6.Penisola di Osa-Parco nazionale Corcovado
Quattro specie di tartarughe marine frequentano le remote spiagge meridionali della penisola di Osa durante tutto l’anno: le tartarughe liuto, embricate, verdi e olivace. Da maggio a gennaio, generalmente, è possibile assistere alla schiusa delle uova.

Ecco quando è possibile assistere alla deposizione delle uova delle 4 specie:
√ Tartarughe embricate: luglio – ottobre
√ Tartarughe liuto: marzo – settembre
√ Tartarughe olivace: giugno – dicembre
√ Tartarughe verdi: luglio – ottobre

Leggi il mio post Corcovado: come visitare il Parco, escursioni, tour >>
Torna all’indice

3. REGOLE PER OSSERVARE LE TARTARUGHE MARINE
La mia prima raccomandazione è quella di andare a cercare le tartarughe marine con gli “addetti ai lavori”, che siano guardia parco o volontari di qualche associazione di protezione dell’Ambiente e della Natura.

In questo modo si seguiranno sicuramente le regole per non disturbare gli animali e si contribuirà all’economia locale.

In ogni caso:

√ Evita le luci  (compreso i flash della macchina fotografica o dello smartphone);

√ Mantieni una distanza di almeno un paio di metri con l’animale. So che un selfie con la tartaruga è irresistibile ma non lo fare, si potrebbe impaurire inutilmente e si potrebbe compromettere la riproduzione!

√ L’area tra la linea dell’alta marea e gli alberi è il luogo dove le tartarughe scavano generalmente i loro nidi. Lascia libero il loro accesso e evita di passare su quest’area in nessun momento per evitare di schiacciare i nidi sottostanti.

√ Le tartarughe possono sembrare indifferenti a quello che succede interno, ma non è così. Anzi, sono estremamente sensibili, in particolare quando escono dall’acqua e iniziano a scavare il nido. E’ purtroppo capitato varie volte che, disturbate in questi momenti, siano ritornate in mare senza avere deposto le uova, abbandonandole quindi in acqua.
Torna all’indice

4. TI CONSIGLIO DI LEGGERE
Se vuoi leggere altri miei post  e vedere i miei video sulla Costa Rica, visita la sezione del mio blog dedicato a questo Paese >>

GRATIS SCARICA
L’EBOOK SUL COSTA RICA
CLICCA QUI

5.PROPOSTE DI VIAGGIO IN COSTA RICA
Vuoi andare in Costa Rica per ammirare dal vivo le tartarughe marine e i tantissimi  animali che popolano Il Paese?
Moltissimi Parchi fanno parte dei  miei programmi  in Costa Rica.

√ I programmi pubblicati sono solo una parte di quelli che posso proporti. Se hai delle specifiche esigenze o dei particolari interessi, contattami! 

√ Tutti i viaggi 
 individuali che troverai  sono adattabili alle tue esigenze e possono quindi essere costruiti su misura, secondo i tuoi desideri.

In Costa Rica è possibile viaggiare nel seguente modo:
fly & drive con auto a noleggio;
in minivan. I trasferimenti da un albergo all’altro di ogni località prevista nel programma,  vengono fatti su minivan turistici da 12-15 posti. Il viaggio verrà condiviso quindi con altre persone che cambieranno di volta in volta;
viaggi di gruppo.

SCOPRI CHI SONO
Mi chiamo Roberto Furlani e lavoro con passione nel Turismo da 30 anni, di cui 15 passati a dirigere l’Ufficio Turismo del WWF Italia (Fondo Mondiale per la Natura) e 12 come Tesoriere di AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile).

Grazie anche a questa ricca esperienza sono oggi Responsabile Prodotto e Tour operator per Evolution Travel (il Network che conta più di 600 consulenti di viaggio on line), per cui ho creato più di 120 programmi di viaggio, con cui potrai scoprire il Centro-Sud America!

Troverai tutta la mia storia nel “chi sono”; aggiungo solo  che per 22 anni sono stato giornalista pubblicista delle pagine scientifiche del Corriere della Sera. E’ stato così per me estremamente naturale dare vita al Travel Blog in cui ti trovi e creare più di 350 post e video che, spero, ti aiuteranno a conoscere e amare intensamente come me questa Regione del nostro Pianeta.

Se vuoi sapere chi sono e che cosa posso fare per te clicca qui >>>

Hai un sogno nel cassetto?
Un’idea di viaggio da sviluppare?
Un preventivo da chiedere?

CONTATTAMI QUI!

TI CONSIGLIO DI LEGGERE
👉 Cosa vedere in Costa Rica: 29 imperdibili posti >>
👉 Cosa vedere in Costa Rica in 10 giorni >>
👉 Cosa vedere in Costa Rica in 15 giorni >>

👉 Spiagge della Costa Rica: scopri le migliori 15 >>
👉 Costa Rica diario di viaggio: racconto di un tour di 14 giorni >>
👉 Costa Rica: i Parchi. I migliori, cosa vedere, come arrivare >>
👉 Tartarughe in Costa Rica: dove vederle, quando, >>
👉 Viaggi, Tour e programmi in Costa Rica: 7, 10, 15 giorni >>

Condividi su:

Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Email

√ Hai uno spirito avventuroso e ai tuoi viaggi chiedi solo esperienze fuori dall’ordinario o preferisci goderti fino all’ultima goccia il benefico e rigenerante relax di una magnifica spiaggia?

√ Ti piacciono gli spazi aperti, dove il tuo sguardo scorre verso gli orizzonti infiniti o dove percorrere decine di chilometri senza incontrare anima viva o preferisci delle città vivaci e frizzanti ?

√ Qualunque siano i tuoi interessi, le tue passioni, i tuoi desideri…. Benvenuta e benvenuto nel mio blog! Mi auguro che i post e  i video che troverai contribuiscano a farti innamorare del Centro e Sud America 😊

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

potrebbe interessarti...

Ultimi post

Hai un sogno nel cassetto? Un'idea di viaggio da sviluppare? Un preventivo da chiedere?